Close

Il disturbo di personalità borderline

Sempre più spesso capita di sentire parlare di disturbo di personalità borderline,  o di persone definite borderline, o  “Border”. Ma cosa significa davvero essere borderline?

Il disturbo di personalità bordeline: definizione

Si tratta di un disturbo di personalità e in quanto tale rientra nei disturbi mentali, questi si differenziano dai disturbi clinici in quanto  la persona difficilmente si rende conto di essere “affetta” da un disturbo e più frequentemente considera i sintomi come tratti  del proprio stile di vita.

Il disturbo di personalità Borderline è caratterizzato da modalità di pensiero e comportamento disadattivi che si manifestano in modo continuo e rigido.

 

Il disturbo di personalità bordeline: caratteristiche

Chi soffre di personalità Borderline ha due nuclei importanti che riguardano:

E Emozioni

R Relazioni

Disturbo di personalità borderline e emozioni

Le emozioni sono molto intense, in varie direzioni. Provare un determinato stato emotivo può portare a senso di vuoto o stati mentali di caos incontrollato. La reazione a questi stati è disregolata, impulsiva e intensa e può comprendere: azioni impulsive (es. rabbiose), abuso di sostanze e gesti autolesivi. Lo scopo è cercare di sentirsi vivi (in contrapposizione allo stato di vuoto) oppure sentirsi quieti e sicuri (in contrapposizione allo stato di caos) oppure non sentirsi affatto.

Disturbo di personalità bordeline e relazioni

Il borderline è molto focalizzato sul  riconoscere ed evitare la sensazione di essere rifiutato o abbandonato. Per questa ragione le persone con questo disturbo possono assumere comportamenti dipendenti (mettersi a disposizione dell’altro, dedicarsi a lui o idealizzarlo). Nelle relazioni amorose sono apprensivi e preoccupati davanti a segnali ambivalenti dell’altro (ogni segno di leggero distacco è una minaccia di abbandono dirompente) e per questo possono risultare anche molto controllanti e talvolta paranoici nella relazione. Infine possono vivere esperienze di forte rabbia quando l’altro si allontana o possono respingerlo in anticipo con rabbia per evitare di essere poi abbandonati.

Origine del disturbo

Gli studi  concentrati sulla componente genetica nello sviluppo di un disturbo borderline di personalità hanno rilevato che esiste una parziale eredità. Questa riguarda  però solo  alcune componenti, come l’impulsività, ma non il disturbo borderline nel suo complesso.

Secondo altri autori ci sarebbe un impatto decisivo della variabile socio-ambientale nello sviluppo del disturbo, ossia: un’esperienza traumatica precoce (Kernberg, 1994), o la presenza di una vulnerabilità biologica che si sviluppa in un ambiente invalidante (Linehan 1993), o ancora una relazione di attaccamento fallimentare (Fonagy 2000).

 

2 thoughts on “Il disturbo di personalità borderline

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *